Lavoro
Altri documenti di questo contratto
 
Accordo di rinnovo (30/4/2008)
 
TUTTI I CONTRATTI
 

ACQUISTA UNA COPIA DEI DOCUMENTI RELATIVI A QUESTO CONTRATTO
 
LE FONTI DI QUESTA SEZIONE
 
Avvocato
Commercialista
Notaio
SETTORE: TESSILI
CONTRATTO: PULITINTOLAVANDERIE E OCCHIALERIA: ARTIGIANE
ACCORDO DI RINNOVO (30/4/2008) - Pagina 16 di 21

DATA STIPULA: 30/4/2008
DATA DECORRENZA: 1/1/2005
DATA SCADENZA: 31/12/2008


PAGINA PRECEDENTE Pagina 16 di 21 PAGINA SUCCESSIVA


* * * * * * * * *

Le Parti si incontreranno entro 90 giorni dalla data del presente accordo per disciplinare l'apprendistato per l'alta formazione.

Le Parti si incontreranno per disciplinare l'apprendistato per l'espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione a seguito della emanazione e piena operatività della relativa norma di attuazione.

I lavoratori assunti con contratto di apprendistato professionalizzante non sono computabili ai fini degli istituti contrattuali e di legge.

In caso di dimissioni del lavoratore prima della scadenza del periodo di apprendistato professionalizzante sono applicabili il periodo di preavviso e la relativa indennità sostitutiva di cui all'art. 43 del CCNL.



Nuovo Articolo - Lavoratori tossicodipendenti.

I lavoratori per i quali venga accertato lo stato di tossicodipendenza e che intendano accedere ai programmi terapeutici e di riabilitazione presso i Servizi sanitari delle Unità/ASL o di altre strutture terapeutico-riabilitative e socio-assistenziali, se assunti a tempo indeterminato hanno diritto alla conservazione del posto di lavoro per un periodo di 3 anni per l'esecuzione del suddetto trattamento riabilitativo.

I lavoratori, familiari di un tossicodipendente, per il quale il servizio pubblico per le tossicodipendenze attesti la necessità di concorrere al programma di riabilitazione, possono richiedere di essere posti in aspettativa.

Per usufruire della aspettativa, il lavoratore deve presentare al datore di lavoro le attestazioni dello stato di tossicodipendenza del familiare e della necessità di concorrere al programma di cura e riabilitazione. Entrambe le attestazioni saranno rilasciate dal Servizio pubblico di assistenza ai tossicodipendenti.

La durata massima della aspettativa per i lavoratori familiari di tossicodipendenti è di 3 mesi, e può essere concessa una sola volta, per ogni familiare coinvolto. L'aspettativa può essere usufruita anche in modo frazionato, comunque per periodi non inferiori a 1 settimana.

L'aspettativa di cui al presente articolo non comporta alcun costo diretto, indiretto e differito per l'impresa e non sarà ritenuto utile ai fini di alcun trattamento contrattuale e di legge.



Nuovo Titolo - Permessi e aspettative.

Nuovo art. 30 - Permessi brevi.

Durante l'orario di lavoro il lavoratore non potrà lasciare il proprio posto senza motivo legittimo e non potrà uscire dall'azienda senza esserne autorizzato.

Tuttavia brevi permessi, da richiedersi normalmente nella prima ora di lavoro, saranno concessi per giustificati motivi.



Nuovo articolo - Permessi per decesso o grave infermità del coniuge
o di parente entro il 2° grado.

Sulla base di quanto previsto dall'art. 4, legge 8.3.00 n. 53, al lavoratore sarà concesso un permesso retribuito di 3 giorni lavorativi all'anno in caso di decesso o di documentata grave infermità del coniuge o di un parente entro il 2° grado o del convivente, purché la stabile convivenza con il lavoratore o la lavoratrice risulti da certificazione anagrafica. In alternativa, nei casi di documentata grave infermità, il lavoratore o la lavoratrice possono concordare con il datore di lavoro diverse modalità di espletamento dell'attività lavorativa.



Nuovo articolo - Aspettative per documentate gravi necessità personali
e/o familiari.

Periodi di aspettativa, oltre a quelli previsti dalle norme vigenti, possono essere concessi su richiesta scritta del dipendente, purché sussistano documentate e gravi necessità personali e/o familiari, senza che ciò comporti nessun onere a carico della impresa, né gravi compromissioni dell'attività produttiva.

Il lavoratore, al termine del periodo di aspettativa di cui al comma precedente, potrà partecipare a corsi di riqualificazione o di aggiornamento professionale al di fuori dell'orario di lavoro. L'azienda, compatibilmente con le esigenze tecnico-organizzative, inserirà il lavoratore in turni di lavoro che ne agevolino la frequenza ai corsi.
PAGINA PRECEDENTEPagina 16 di 21PAGINA SUCCESSIVA